18,19 e 20/07/2013  EVENTO MUNDI AFRICA

Un percorso di conoscenza per favorire una pacifica e solidale convivenza nel rispetto della dignità di ogni uomo

 flyerretro 960

Giovedì 18, Venerdì 19 e Sabato 20 luglio 2013 l’Africa invade le strade e  le piazze di Campi Salentina (Le) grazie a Mundi- Forum internazionale della solidarietà e della responsabilità sociale, organizzato dalla Associazione Salvatore Calabrese ONLUS, nasce da un progetto di Serena Palazzo con la collaborazione di Jean Pierre Ruhigisha e Maria Cristina Calabrese. Il Forum ha il sostegno di Ente Fiera di Campi Salentina e il patrocinio di: Comune di Campi Salentina, Regione Puglia, Provincia di Lecce.

Mundi è solo il primo di una serie di iniziative, che l’associazione campiota vuole proporre con l’obiettivo di individuare radici comuni tra i popoli per una migliore integrazione. L’idea degli organizzatori è quella di  esaltare la necessità di un ritorno al concetto di humanitas, che insegni l’esistenza di una natura umana comune e transculturale, dove si rispetti l’uomo in ogni uomo. Da qui l’idea di incrociare voci diverse per cogliere la complessità dei caratteri umani per poi riunirli in un “unico”, grazie all’aiuto della storia, della letteratura e delle arti, indispensabili generatori di sensibilità, necessari per una corretta relazione sociale…. Si cercherà di capire quali siano le prospettive ed i nuovi scenari e come si possa contribuire, attraverso comportamenti responsabili, a determinare condizioni di vita migliori per tutti.

Giovedì 18, Venerdì 19 e Sabato 20, lungo un suggestivo percorso nella storica città salentina, è possibile lasciarsi coinvolgere dalle diverse espressioni della cultura africana: dalla musica alla danza, dall’arte al cibo. Colori, odori, ritmi e suggestioni conducono lo spettatore in un mondo variopinto e lontano.

La prima serata di Mundi, Giovedì 18 alle ore 20,00, partirà con  l’inaugurazione delle mostre a cui seguirà nel meraviglioso scenario di piazza Libertà il concerto della cantante italo-etiopica Saba Anglana. SABA con la sua musica di naturale contaminazione, affronta i temi del viaggio, della diaspora del suo popolo, degli affetti, della nostalgia, dell’immigrazione, ma soprattutto il tema dell’identità dinamica, multipla e in costante movimento. Nel suo ultimo disco, “Jidka” che in somalo significa “la strada”, “la linea”, SABA traccia il legame, ancora troppo spesso conflittuale, tra cultura africana ed europea esplorando i rapporti tra la Somalia e l’Italia con rara sensibilità e delicatezza, dosando sapientemente chitarre acustiche e kora, ritmi della tradizione africana e suoni percussivi contemporanei. Lo spettacolo è stato curato ed organizzato dalla Provincia di Lecce e rientra nel contesto dell’evento “Fine Terra”.

Venerdì 19,  la manifestazione è completamente ospitata nello splendido giardino della Biblioteca Carmelo Bene  in Piazza Unità d’Italia. Si comincia alle 20.30 con Africa, la mappa delle povertà: racconti e testimonianze dei drammatici contesti che affliggono il mondo africano con Adolphe NZOBATINYA, mediatore culturale Provincia di Roma, Padre Francesco Monticchio, missionario francescano in Mozambico per 28 anni, George Gatera testimone del genocidio in Rwanda e Francesco Alicicco, console onorario del Rwanda.

La serata  si concluderà alle 21.30 con La ricerca di una vita migliore: il tema dell’immigrazione, affrontato da varie angolazioni e con differenti linguaggi. Tra gli ospiti, lo scrittore Amadou Faye,  che leggerà  brani tratti dalla sua autobiografia, che racconta la sua storia a lieto fine, prima  di immigrato clandestino e venditore ambulante di libri africani e poi scrittore; Enrico Quarta, per Emergency Salento, che illustrerà il progetto Polibus di Emergency di assistenza sanitaria itinerante agli immigrati clandestini, sfruttati dal caporalato nelle campagne pugliesi. A seguire l’intervento di Donatella Tanzariello del CIR.  Il tutto sarà intervallato dalla musica e l’interessante voce di  Africamina Diouf artista senegalese, cui seguirà lo spettacolo dei Mayis Africa con il maestro percussionista Fatou Ndiaye.

 

mayis

Sabato 20  alle 20.30 nel giardino della Biblioteca Carmelo Bene in Piazza Unità d’Italia, si terrà l’incontro L’ascesa del sud che pasrtendo dal rapporto dell’ONU sullo sviluppo umano 2013,  metterà in evidenza il miglioramento delle condizioni economiche e sociali in molti stati africani, si dialogherà  su potenzialità e rischi di questo nuovo scenario, con il contributo di chi opera in Africa per lo sviluppo e la cooperazione. Parteciperanno Patrizia Salierno, presidente dell’associazione Progetto Ruanda e della Rete internazionale delle donne per la pace, Maria Antonietta Romano, Presidente di Responsability.co associazione che a livello mondiale sostiene e promuove comportamenti di responsabilità sociale, Vittorio Scelzo  della Comunità di Sant’Egidio, Roberto Ingrosso rappresentante di Greenpeace, Francesco Alicicco, console onorario del Rwanda.

Per tutta la serata le vie del centro ospiteranno ARTAFRICA che accoglierà l’estemporanea di pittura dell’artista senegalese, lo spettacolo musicale dei MIJI KENDA, gruppo Keniano che ripropone la musica tradizionale del Kenya, accompagnata dalle danze rituali, e la proiezione del video “Notturno stenopeico” di Carlo Michele Schirinzi, un cortometraggio sul dramma degli sbarchi sulle coste salentine. In contemporanea GUSTAFRICA proporrà la degustazione della cucina senegalese, keniana ed eritrea, organizzata dall’ Ente Fiera di  Campi Salentina.

Per i più piccoli, un’oasi di divertimento con l’Angolo dei Bambini: Giochi di strada tra l’Africa e l’Italia in cui si riproporrà la tradizionale figura senegalese del griot, il cantastorie ed i giochi tradizionali del Kenia.  Greenpeace, attraverso dei giochi di strada, proverà a spiegare le grandi questioni ambientali, i cambiamenti climatici e la deforestazione in Africa. Unicef, infine, proietterà il video “Io come tu”, un progetto di integrazione che coinvolge alcune scuole italiane.

Tanti inoltre gli eventi collaterali che ruoteranno attorno a questa I edizione di Mundi giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20  luglio.

 

ARTAFRICA

Sudan, diritto al cuore

Mostra fotografica di Marcello Bonfanti. Il fotografo milanese documenta il progetto del Centro Salam di cardiochirurgia a Khartoum in Sudan costruito e gestito da Emergency punto di riferimento per tutta l’Africa Centrale, a cura di Emergency ONG presso Piazza Unità d’Italia locali ex GAL

presentazione mostra sudan 600

Africa Design

Rielaborazione di manufatti artigianali in vetro e bronzo provenienti dal Mali, dal Senegal che grazie al lavoro esperto di un laboratorio milanese diventano gioielli unici e irripetibili. Esposizione a cura di MAD Associazione culturale presso la sede MAD in via Taranto

Lo sviluppo INsostenibile

L’Africa raccontata da Meticcia Associazione di promozione sociale nella sua sede in piazza San Pietro

L’altra Africa

Esposizione oggetti di arte africana che prendono vita nella rievocazione di antichi riti con immigrati Keniani e camerunensi a cura dell’associazione Salvatore Calabrese ONLUS e dei Comboniani di Lecce presso la sede di Salvatore Calabrese ONLUS in Piazza Unità d’Italia.

Africa

Mostra di arte contemporanea del pittore Longinos Nagila, Casa Calabrese-Prato

GUSTAFRICA per le vie del centro “Dolci contaminazioni” degustazione di piatti africani reinterpretati in chiave salentina a cura di Ente Fiera di Campi Salentina e dei ristoratori e bar del centro storico.

 

In piazza Unità d’Italia saranno presenti degli spazi allestiti per presentare varie iniziative di solidarietà a favore dell’Africa a cura delle organizzazioni no profit: ACTION AID, PROGETTO RWANDA, AMNESTY INTERNATIONAL, SALVATORE CALABRESE ONLUS, EMERGENCY, UNICEF, GREENPEACE, WWF, HUIPALAS ONLUS, FONDAZIONE UMBERTO VERONESI, TIAA KANAM, HELP FOR LIFE.

Il ricavato della serata sarà utilizzato per sostenere allo studio ragazzi italiani e immigrati residenti nella Provincia di Lecce.

L’associazione Salvatore Calabrese ONLUS svolge  attività di solidarietà sociale grazie all’aggregazione di risorse umane che mettono a disposizione il loro tempo e la loro professione per un progresso sociale sostenibile attraverso iniziative di tipo culturale, storico, artistico e scientifico riconoscendo i contributi e le elargizioni raccolte a soggetti svantaggiati ed in difficoltà.

Le mostre resteranno aperte da giovedì a sabato dalle ore 18,30 alle ore 24,00.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Partecipano all’iniziativa:

Associazione donne senegalesi Linguere,  Associazione Mijikenda, Associazione abissina Lecce

Per info: tel. 3281860730

Locandina jpg 600